Reduci da un’amarissima finale persa a Lovere prima e a Genova ai rigori il weekend scorso, la nostra squadra torna in territorio ligure per il primo torneo di calcio a 5 della stagione.

Un torneo giocato sotto il sole cuocente dei campetti sintetici, con partite anche troppo ravvicinate.

La squadra si è subito imposta bene nel girone, riuscendo a passare come prima e nelle fasi finali il tutto si è ridotto ad una questione di resistenza, al sole, alla stanchezza e ai brutti ricordi di quelle finali perse.

È così che infatti, dopo una semifinale conquistata ai rigori, Milano ha vinto a mani basse e per la seconda volta consecutiva, il Torneo di La Spezia battendo Pinerolo per 2-0.


Soddisfatti i due mister che hanno visto impegnarsi la squadra a dovere, ma ora testa a Vigevano e soprattutto… road to Arezzo!


Complimenti a tutti 

 

Questi i risultati:

[Girone]

Milano - Novi : 2-1

Milano - Collegno : 1-0

Milano - Mantova : 1-2

Milano - Pinerolo : 2-1

Milano – La Spezia1 : 8-1

 

[Quarti di finale]

Milano – La Spezia2 : 3-1


[Semifinale]

Milano - Collegno : 1-1 (4-3 tdr)


[Finale]

Milano - Pinerolo : 2-0

 

Alfa e Omega, inizio e fine. Si dice che questa “legge” sia applicata a tutte le cose del mondo: una regola spietata e affascinante allo stesso tempo, che dà un valore speciale a tutto il tempo che trascorre tra il principio e il termine.

La storia che vi raccontiamo oggi parte da lontano, parla di radici e tradizione familiare e trova la sua origine in un freddo dicembre del 1989: Mauro mette piede in sezione per iniziare davvero il suo percorso, seguendo le orme di suo padre e suo nonno.

Un percorso netto, che ci fa fermare per la sua prima tappa nel 2004, anno della trasformazione. Quello che era un promettente arbitro di Serie C si ferma, impugna la bandierina e inizia una strada nuova che lo porterà a girare il mondo da protagonista assoluto, anche se in questo momento il protagonista della nostra storia ancora non può saperlo.

Nel 2005 arriva l’esordio in Serie A, in un Chievo Verona- Ascoli. Da lì Mauro non si ferma più: assistente internazionale dal 1° gennaio 2011 ed esordio in Champions’ League il 18 settembre 2012 con Paolo Tagliavento in un Borussia Dortmund- Ajax.

E poi un susseguirsi di grandi gare del campionato di Serie A, finali di Coppa Italia e Supercoppa Italiana, semifinali di Champions’ League ed Europa League, playoff per la qualificazione agli Europei, gli stessi campionati Europei fino alla semifinale con Nicola Rizzoli, Supercoppa Uefa (e Manchester Utd- Real Madrid, non proprio una gara qualsiasi…) fino al Mondiale.

Un curriculum che ci racconta di come Mauro incarni i sogni di tutti i ragazzi che iniziano questa attività vivendo un sogno: ha visto tutti i più grandi campioni dei nostri tempi, ha raggiunto le vette più alte che si possano toccare.

Nel susseguirsi dei successi sul campo, molti hanno avuto anche il privilegio di conoscere l’uomo: serissimo, integerrimo, professionale e disponibile. Una freddezza solo apparente, che chiunque poteva sciogliere in un allenamento al polo nazionale chiedendo un consiglio, un parere, delle impressioni. Un esempio di come si raggiungano gli obiettivi: impegno, professionalità e serietà, ma di questo abbiamo già parlato quando abbiamo esultato per la convocazione al Mondiale di Russia.

Ogni tanto qualcuno ha detto:<< Se vuoi capire come bisogna comportarsi in questo ambiente, guarda Mauro Tonolini>>

Ed ora? Ora il treno sta per raggiungere l’ultima fermata, l’ultima tappa, l’ultima fatica. Ci sarà il tempo per ripensare a tutto quello che c’è stato nel percorso, ai tanti dolcissimi ricordi di cui questa storia è piena e che potranno addolcire il dispiacere tagliente della fine.

Ma c’è anche altro da aggiungere. C’è quello che Mauro ha rappresentato per la sua Sezione, per la quale ha dedicato del tempo ogni volta che gli sia stato chiesto, facendo il consigliere o insegnando l’ “arte” in una riunione tecnica. Ciò è avvenuto anche in questa sua ultima stagione sul campo, nonostante la famiglia, il lavoro, la stanchezza, l’attività arbitrale che fino a gennaio lo vedeva ancora internazionale.

Ha rappresentato sul campo un motivo di orgoglio, un simbolo, un modello: il nome di Milano portato in tutta Italia, Europa e nel Mondo, un esempio di milanesità (quella vera, piena) in un’epoca in cui Milano vuole risorgere e sogna di continuare ad affermare ad alto livello il suo nome, che tanto ha rappresentato per l’Associazione e la sua storia.

Non sappiamo cosa riserverà il futuro a Mauro Tonolini, sarà interessante scoprirlo. Intanto, ancora una volta, fateci “piazzare” davanti ad un televisore, legati al campo, a ciò che siamo abituati a vedere in UltraHD da tanto tempo, lasciateci essere orgogliosi per l’ennesima volta.

Perché la storia di cui volevamo parlarvi all’inizio è terminata, ma potete stare certi che non la dimenticheremo.

 

Sei stato grande Mauro, goditi questa giornata.

Grazie, 

                                                                                          LA TUA SEZIONE

 

 

 

 

 

Oggi, 25 Aprile si è svolto nella sede di Via Cilea 66 “ Campo di Quartiere “ Cinisello Balsamo (MI) il primo torneo ufficiale per la nostra squadra sezionale di calcio.
 
Primo test ufficiale per questa fresca squadra, reduce da un ciclo di vittorie della scorsa stagione che l'hanno portata ad essere Campione d'Italia, si è presentata con tanti cambiamenti e con qualche mattoncino rimasto a sorreggere la struttura degli anni passati.
 
Nonostante l'incertezza che ha caratterizzato i giorni precedenti al torneo, la squadra ha risposto bene.. molto bene!
 
In una giornata di festa, noi abbiamo potuto festeggiare il Primo trofeo della stagione 2018/2019!!
 
Complimenti a tutti per la voglia e la concentrazione dimostrata oggi in campo.
 
Che questo inizio sia di buon auspicio per la stagione estiva per portare alto l'onore della nostra sezione!
 
Bravissimi tutti
 
Questi i risultati:
 
[Girone]
Milano - Seregno : 1-1 (Omar Abou El Ella)
Milano - Bergamo : 3-1 (Barbuscia, Barbuscia, Asciamprener)
Milano - Chiari : 3-1 (Salar, Licitra, Asciamprener)
 
[Semifinale]
Milano - Voghera : 2-1 (Lattanzi, Barbuscia)

[Finale]
Milano - Seregno : 2-1 (Barbuscia, Asciamprener)
 

Weekend dal sapore del parquet per la sezione di Milano.

Due giorni dedicati al Futsal. Iniziati la sera del 22 con la riunione plenaria avente un illustre ospite come Angelo Montesardi, commissario di Can 5.

Durante la riunione Montesardi ha avuto modo di mostrare a tutti gli associati presenti come è strutturato all’interno dell’AIA il Futsal.