Carissime e carissimi,come ogni anno in occasione delle festività pasquali ho piacere, a nome mio e di tutto il Consiglio Direttivo Sezionale, a rivolgervi i migliori auguri di Buona Pasqua ed approfittarne per fare, con Voi, un "punto della situazione" a poche settimane dalla fine della stagione.
Oltre alla miriade di eventi che hanno positivamente segnato la stagione (primo su tutti, fin dai primi di luglio, il nostro Andrea Stefani protagonista in Brasile e tra poco il nostro Tonolini ai Mondiali U20), sono due gli aspetti che caratterizzano la stagione che stiamo vivendo, come sempre colma di impegni e di soddisfazioni: il trasferimento della sede sezionale, in fase -finalmente!- di definitiva materializzazione e lo sviluppo esponenziale del futsal nella nostra sezione.

E' stato un lungo rientro a casa, un lungo viaggio iniziato a fine maggio e conclusosi ieri sera in un'emozionante plenaria dove brillavano i flash degli smartphone e gli occhi di tanti associati. Andrea Stefani è tornato dove ha iniziato, dai suoi colleghi, dai suoi amici, nella sua sezione, a casa sua. Ieri non si è tenuta una lezione tecnica, non si era ad ascoltare in maniera passiva, ieri si viveva l'AIA, si viveva il far parte di una famiglia e si costruiva ciascuno il proprio futuro nell'associazione.

Abbiamo intervistato i nostri 12 ragazzi di ritorno dal Centro Tecnico Federale di Coverciano, dove si è tenuta un'intenso raduno che ha visto i nostri, con i giovani colleghi di tante Sezioni consorelle (Sesto San Giovanni, Crema, Brescia, Mantova, Lovere, Chiari e Treviglio), vivere giornate da Serie A.

In pochi, e sinceramente anche chi scrive, avrebbero pensato che il Calcio a 5 fosse una realtà così forte e presente a Milano. Lo abbiamo potuto evincere con gioia venerdì 6 Marzo nella consueta cornice del teatro Sales dove, in poco meno di 3 settimane un terzo BIG dell'AIA a livello nazionaleMassimo Cumbo commissario della CAN 5, ha messo a disposizione il suo tempo per la crescita degli associati.

Alla sua terza visita meneghina, dopo i saluti istituzionali,  Massimo ha fatto una breve introduzione sull'evoluzione del Calcio a 5 a livello nazionale, sottolineando anche le importanti novità avvenuto da partire dal 2011 con la pubblicazione del primo regolamento in lingua italiana.